La squadra di ‘Amici’ a Ragusa. La prossima settimana in campo contro il bullismo

5
Ragusah24-AMICI 2016-bullismo

IMG_6409Lo sport ancora una volta momento di sensibilizzazione e solidarietà.

A Ragusa, il prossimo 26 maggio con fischio d’inizio alle 10, scende in campo (allo stadio di contrada Selvaggio) la squadra nazionale italiana Amici di canale 5, con una rappresentativa di giovani studenti, per la Partita della Solidarietà. Una manifestazione contro il bullismo, che coinvolgerà le scuole di tutta la provincia iblea. Dopo la partita di calcio è in programma anche uno show musicale dal titolo “I migliori anni con Amici” nel corso del quale si esibiranno ballerini e cantanti del famoso programma di Maria De Filippi.
L’evento, presentato stamane in conferenza stampa al Comune di Ragusa dal vicesindaco con delega allo sport Massimo Iannucci, è promosso dall’associazione “Gli angeli della TV” con la partecipazione degli artisti dell’edizione della nota trasmissione televisiva di Canale 5 “Amici 2016”. A Ragusa, per l’importante occasione, saranno presenti Nic Zaramella, Luca Favilla e Arianna Francesco che assumerà il ruolo di conduttrice della manifestazione assieme a Riccardo Gaz.

Stamane è stato ufficializzato l’undici titolare della squadra di Amici. Oltre ai citati Zaramella e Favilla giocheranno: Thomas Grazioso, Gianluca Giulitti, Cesare Cernigliaro, Davide Sacha Carella, Stefano Marletta, Nunzio Perricone, Giosuè Amato e Antonello Carrozza. Il team sarà allenato dal campione olimpico Vincenzo Maenza.
Il progetto di informazione contro il “bullismo”, piaga molto diffusa nel mondo giovanile, è portato avanti dalla Nazionale Italiana Amici di Canale 5, rappresentata dal delegato di produzione Salvatore Lacagnina, il quale ha sottolineato che, oltre la campagna di sensibilizzazione, si vuole dare vita ad un progetto di solidarietà specifico per ogni territorio. Per quanto riguarda Ragusa, una parte del ricavato (il ticket di ingresso per la manifestazione costerà 5 euro) verrà infatti devoluto all’Istituto Sacro cuore che accoglie bambini profughi.