La mostra di Giovanni Pace conquista gli amanti del bello

64

Si conclude oggi, a Comiso, la mostra del pittore Giovanni Pace. Autodidatta, dedito alla pittura da quasi trent’anni, Pace trasmette nelle sue opere un profondo amore per il bello. Paesaggi assolati, prati verdi, scogliere che si gettano sul mare, scorci di panorami autunnali o notturni: c’è tutto questo nella pittura di un artista che si dedica alla pittura con una tecnica assolutamente personale, quella del “puntinismo”.

Migliaia di puntini colorati, uno accanto all’altro, si sostituiscono alla pennellata per offrire un dipinto che cattura immediatamente il visitatore. L’elemento del “colore” si fonde con una profonda luminosità che da esso traspare. La mostra, ospitata nella sala dell’ex Agenzia Rosso, in via San Biagio 32, chiuderà i battenti oggi.

Tanti i visitatori e soprattutto gli estimatori, che hanno lasciato commenti positivi. Il prossimo mese, Pace sarà a Caltagirone per un’altra “personale“.