Comune di Comiso, finisce l’era del precariato. Assunzione per 70 lavoratori

10

“E’ stata davvero una giornata di festa. Tra l’emozione e la gioia, mi sono commosso pure io. Perché ho visto gli occhi ancora increduli di 47 lavoratori, e relative famiglie, cominciare a progettare un futuro più sereno. Mi sono commosso perché tante famiglie potranno dare ai loro figli ciò di cui fino a ieri sono stati privati. Abbiamo trascorso questi tre anni a cercare di trovare la soluzione più giusta per dare risposte serie e concrete a tutti i precari. Ci siamo riusciti, tra mille e mille e mille difficoltà. Appena usciti dal dissesto, la prima cosa che abbiamo fatto è stata quella di dare serenità, certezza e dignità a tutti i precari. Oggi abbiamo ottemperato a uno dei punti nodali della nostra campagna elettorale. Che dire ancora? Auguri ragazzi… e buon lavoro!”.

Il post del sindaco, Filippo Spataro, dice già tutto. Ieri, nell’auditorium ‘Biagio Pace’ la firma dei contratti. Sono una settantina i lavoratori che escono dal precariato. 

Un’immissione a scaglioni, ma una certezza per tutti: la stabilizzazione è ormai realtà. 

La nota del segretario cittadino del Pd, Biagio Taranto: 

“Dal 6 dicembre sono cominciate le procedure di stabilizzazione e riassorbimento dei precari al comune di Comiso. Un storia lunga, difficile e dall’esito drammatico che ha visto, dall’oggi al domani, padri e madri di famiglia senza un lavoro dopo anni di attività. Anni durante i quali si erano costruite delle famiglie e delle speranze.

Poi, un 31 dicembre di quattro anni fa, all’improvviso è finito tutto. È da allora che il Partito Democratico, ha posto in essere ogni tipo di azione a favore di questi precari, compresa anche l’occupazione dell’aula consiliare. E quando il PD assieme a tutti i suoi rappresentanti ha sostenuto  l’allora candidato sindaco Filippo Spataro, ha immediatamente condiviso e sposato questo punto imprescindibile del programma di governo della città di Comiso.

Oggi siamo orgogliosi di questo straordinario risultato raggiunto. Un risultato che, all’inizio, sembrava quasi impossibile da raggiungere e che ha visto l’Amministrazione Spataro impegnata sin dal giorno dopo il suo insediamento. Ma il PD è sempre stato consapevole che la classe dirigente votata dai cittadini per amministrare Comiso è seria, credibile, affidabile. Da oggi ai mesi a seguire, saranno quasi 70 le famiglie che, finalmente, grazie al Sindaco, alla sua Giunta, alla maggioranza in Consiglio Comunale, potranno programmare la loro vita, uscendo anche dall’intollerabile, insostenibile precariato psicologico che li ha afflitti in questi ultimi, lunghi anni.

Siamo anche consapevoli che l’azione amministrativa andrà avanti, che altre sfide importanti sono già in cantiere, e che questa è la “svolta buona”.