Tour de France: Damiano Caruso chiude in undicesima posizione

34
Damiano_Caruso_BMC Racing_Giro

Si attendeva una grande prova del ciclista ragusano, già componente della nazionale azzurra a Rio e secondo quest’anno al Giro di Svizzera, dopo che non aveva partecipato al Giro d’Italia. E l’Aquila degli Iblei ha ridato prova di esserci, solido, affidabile, pronto per nuove prospettive.

Tre settimane di grandi emozioni, a partire dal primo giorno di luglio, con gli obiettivi della squadra BMC stravolti dall’uscita di scena del capitano Porte, caduto nella discesa dal Mont du Chat. Quindi la zampata di Caruso, capace di prendersi sulle spalle nuove responsabilità e risalire in classifica fino alla decima posizione con una fuga in grande stile alla quindicesima tappa, per poi chiudere sugli Champs-Élysées un posto dietro, ma prima del campione colombiano Quintana.

Caruso rappresenta il secondo italiano in classifica al Tour 2017, dopo Aru che ha chiuso al quinto posto.

In un’intervista a Nunzio Currenti su La Sicilia di oggi, Damiano pensa già ai prossimi impegni:

Decideremo se correre la Vuelta nei prossimi giorni. Ora torno nella mia Sicilia per restare con la famiglia. La vittoria sarebbe la ciliegina di questa stagione”.