Ripresi i lavori per l’autostrada Siracusa – Gela, il Pd fa a gara per l’annuncio

2
Immagine di repertorio

13,37 contro 14,06. Pippo Digiacomo ‘straccia’ Nello Dipasquale per 29 minuti.

L’annuncio: “Ripresi i lavori per l’autostrada Siracusa – Gela”. 

Da oggi, quindi, i lavori sono ripresi regolarmente con i primi movimenti di terra e la stesura di alcuni cavi. Il prossimo 29 agosto, intanto, è prevista una riunione fra l’assessorato regionale competente ed i vertici di Condotte.

Il commento di Digiacomo: 

Non abbiamo mai abbassato l’attenzione sulla questione- ha commentato Digiacomo- consapevoli dell’importanza che questa infrastruttura riveste per la Sicilia tutta e per il nostro territorio in particolare. E’ indubbio che, insieme all’aeroporto di Comiso, l’autostrada Siracusa-Gela può rappresentare un volano per l’economia iblea e per il settore turistico in particolare”.

“Continuiamo ad andare avanti- conclude Digiacomo- nonostante c’è chi augura il peggio a questa nostra terra solo nella speranza di poter dire ‘lo avevo detto’ ed accusarci di immobilismo e incapacità”.

E quello di Dipasquale: 

“Il Governo regionale, quello nazionale e il Partito Democratico tutto – commenta il parlamentare regionale Nello Dipasquale – mantengono con determinazione il loro impegno nei confronti delle opere che si devono realizzare in Sicilia e, nel caso specifico, in provincia di Ragusa. Non abbassiamo la guardia, ma alziamo l’attenzione anche sull’altra infrastruttura importantissima per il nostro territorio, cioè la Ragusa-Catania per la quale abbiamo seguito passo dopo passo tutti gli atti della Soprintendenza iblea necessari a superare le criticità che si erano manifestate. Con la realizzazione delle due opere il profilo della nostra provincia cambierà radicalmente e in meglio, riuscendo a tirarsi fuori dall’isolamento infrastrutturale al quale siamo stati condannati per decenni”.

Ci sarebbe quasi da fare le standing ovation, se non fosse che ormai i lavori per la Siracusa-Gela sono diventati una sorta di barzelletta nazionale.

E in attesa che il tracciato venga finalmente completato, i nostri deputati danno gas ai motori e gareggiano nella… corsa al comunicato.