Judo, medaglia di bronzo per Filippo Cicciarella

142

Si sono sfidati sui tatami del Pala Pellicone del Lido di Ostia, nel Campionato Italiano Cadetti Under 18 circa 700 atleti e atlete. Tappa fondamentale per i giovani atleti non solo per la conquista dell’ambito titolo di “campione Italiano” ma anche perché proprio da qui i tecnici federali decideranno chi convocare per i prossimi impegni internazionali giovanili. All’appuntamento, più determinati che mai, presenti Filippo Cicciarella (cat. 60kg) campione italiano del precedente anno, Vincenzo Pelligra (cat. 60 kg), Vincenzo Portelli (cat. 60 kg), Raffaele Verdirame (cat. 73 kg) e Francesco Fidone (cat. 73 kg) della Judo Club Koizumi Scicli del Maestro Maurizio Pelligra.

Nella categoria 60 kg su oltre 80 atleti presenti è Filippo Cicciarella a mostrare sin da subito grande determinazione e voglia di portare a casa il così tanto atteso titolo, ed infatti riesce a vincere ben 6 combattimenti ma proprio nell’incontro che lo avrebbe portato dritto in finale per una leggerezza perde contro Antonio Bottone, dovendosi accontentare del 3° posto. Nella stessa categoria al suo primo anno cadetti a dare prova di grandissimo livello judoistico è Vincenzo Pelligra che disputa un totale di 7 incontri di cui 5 vinti e due persi, ma a lasciare l’amaro in bocca al giovane atleta è l’incontro con Michele Schiraldi la cui vittoria lo avrebbe portato a gareggiare per la conquista di una probabile e meritata medaglia, considerato che dopo un incontro  durato 8 minuti oltre il tempo regolamentare ad infrangere il sogno dell’atleta della Judo Club Koizumi Scicli è un arbitraggio non corretto che ferma Vincenzo Pelligra al 7° posto di una competizione che lo avrebbe visto di certo protagonista. Meno fortunati i compagni di squadra Vincenzo Portelli, Raffaele Verdirame e Francesco Fidone che al loro primo anno in questa categoria hanno comunque dimostrato di poter ottenere buoni risultati.

“I ragazzi sono arrivati a Riccione decisi ad esprimere il meglio delle loro capacità – commenta il Maestro Maurizio Pelligra – La giornata mi lascia parecchio amaro in bocca, in prima battuta grande delusione per la perdita del titolo da parte dell’uscente campione Italiano Filippo Cicciarella che per un suo errore è costretto ad accontentarsi di una medaglia di bronzo che gli veste abbastanza stretta considerate le sue grandi capacità judoistiche, ed ancora più grande la delusione per l’incontro tra Vincenzo Pelligra e Michele Schiraldi che a causa di un arbitraggio non corretto ci vede doverci accontentare del 7° posto”.