Operazione ‘Terra bruciata’, arrestati ladri e ricettatori

1126

La Polizia di Stato ha catturato un’altra banda di ladri rumeni e ricettatori italiani.

Insieme ad altri due connazionali, i rumeni avevano depredato case ed aziende agricole da Modica a Vittoria, senza tralasciare alcun paese della provincia iblea.

A dicembre i primi fermi disposti dalla Procura della Repubblica di Ragusa, poi le indagini sono continuate al fine di individuare gli altri complici oggi arrestati.

I rumeni rubavano e gli italiani ricettavano la refurtiva acquistandola e rivendendola.

La Polizia di Stato durante le indagini ha recuperato, complessivamente, refurtiva per oltre 100.000 euro restituita ai legittimi proprietari.

Fondamentale la divulgazione, grazie ai media, delle foto della refurtiva recuperata così da restituirla ai legittimi proprietari.

La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariati di Modica e Vittoria – ha eseguito più misure cautelari per furti in abitazione, furti ai danni di aziende agricole, ricettazione e riciclaggio, a carico di: Florin Sandu, Ioan Sandu, Angelo Migliorisi. Per un 25enne rumeno è scattato il divieto di dimora.

L’ordine di cattura è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ragusa, su richiesta della Procura delle Repubblica che ha diretto le complesse indagini degli Uffici della Polizia di Stato.