‘Giacinto-nature LGBT’. L’intervista al direttore artistico del festival, Luigi Tabita

243
angelo giglio fotografia

Sabato 4 e domenica 5 ritorna, nell’incantevole cornice della città Noto, il festival di informazione e approfondimento culturale lgbt :“Giacinto-nature lgbt”.
Il festival prevede due giorni di lavori durante i quali, si racconteranno le realtà e i temi che più interessano la comunità LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali).

Noi abbiamo intervistato per voi il direttore artistico, l’attore e operatore culturale Luigi Tabita, da sempre in prima linea nella difesa dei diritti umani.

‘Giacinto – nature lgbt’ è giunto alla sua quarta edizione. In cosa questa edizione si distingue dalle precedenti?
Anche se la prima edizione è stata solo nel 2015, il clima politico completamente diverso che si respira in questo periodo sta ‘condizionando’ l’organizzazione e i temi di quest’anno. L’atmosfera di tensione e paura fomentata ogni giorno dai vertici politici, che vedono le differenze come dei limiti e non come opportunità, ci sta facendo precipitare verso un baratro fatto di terrorismo generale, paura e odio. Questo ci fa rendere conto quanto Tina Anselmi, prima donna a diventare ministra in Italia, abbia avuto ragione quando diceva “Nessuna conquista è mai definitiva”.

Un festival dunque, che sarà anche un viaggio nella memoria?
Non potrebbe essere altrimenti. Basta pensare che allestiremo una mostra dedicata al tema degli omosessuali che durante il periodo fascista venivano mandati al confino. Era un modo per nasconderli al mondo, per fingere che non esistessero. Ed è ciò che sembra riecheggiare oggi nelle parole del ministro Fontana quando dice che le famiglie arcobaleno non esistono. E a proposito del tema della mostra, il bravissimo attore Paolo Briguglia, leggerà alcune lettere scritte da un omosessuale della provincia iblea che, durante quegli anni bui, visse la terribile esperienza del ‘confino’.

‘Giacinto’ è anche un interessante festival di informazione con un programma ricco di ospiti e approfondimenti.
Esatto! Il tema di questa quarta edizione sarà il viaggio declinato in tutte le sue sfaccettature. Dal turismo LGBT al viaggio verso la genitorialità. Per l’occasione ci sarà un incontro con Valeria Fedeli, Senatrice della Repubblica Italiana, che è stata la prima a proporre le linee guida per l’educazione alle differenze nelle scuole. Dialogheremo anche sulle stepchid adoption, ci faremo raccontare da una donna portatrice la sua esperienza e anche da una coppia omosessuale che ha avuto un adolescente in affido. E infine, parleremo di Lgbt della terza età. Di omosessuali che hanno avuto difficoltà nel fare coming out nei paesi di provincia e hanno preferito andare via per vivere la loro sessualità con libertà in centri più grandi, e che adesso si trovano nella condizione di voler tornare, ma con il timore di dover affrontare un percorso emotivo molto difficile.

Incontri, approfondimenti, ospiti, anche quest’anno ‘Giacinto – nature lgbt’ sarà interessante viaggio di informazione, che si concretizzerà il 4 e 5 agosto a Noto.