Maltempo: nel Modicano danni in aziende, infiltrazioni in ospedale

891

Nessun danno alle strutture scolastiche della città dopo il nubifragio di questi giorni.

I tecnici del Libero Consorzio comunale di Ragusa e quelli del Comune di Modica hanno compiuto, ognuno per le proprie competenze, dei sopralluoghi nei plessi scolastici delle medie superiori e della scuola dell’obbligo e per fortuna non hanno registrato danni, se non in qualche caso infiltrazioni di poco conto.

Le forti precipitazioni che hanno caratterizzato le condizioni meteorologiche nel fine settimana nella città hanno provocato, invece, ingenti danni a strutture private.

Infiltrazioni d’acqua hanno danneggiato i capannoni di molte aziende causando danni ai depositi di materie prime che incideranno sulle produzioni.

All’Avimec fortemente danneggiati, a causa dell’acqua che si è infiltrata nei capannoni, il deposito contenente frumento e mais e in quelli dove insistono i pollai.

Nell’azienda agricola Petriglieri di contrada Calicantone/Scale Piane il forte vento ha divelto il tetto dei locali adibiti a magazzino determinando seri danni ai foraggi; danni anche ai capannoni per bestiame. Nella stessa azienda sradicati alcuni alberi e danneggiati risultano gli impianti elettrici dell’azienda.

Tra i danni si registrano, come già riferito, infiltrazioni d’acqua nella sala d’isolamento della U.O. di Rianimazione dell’Ospedale “Maggiore” di Modica che rimarrà chiusa sino al ripristino delle condizioni di agibilità.

Altri danni sono stati segnalati in contrada Baravitalla sino al parcheggio del sito archeologico di Cava Ispica che risulta inaccessibile e problemi di transito si registrano all’ingresso del Mulino ad Acqua. L’alveo del torrente presenta smottamenti con cumoli di detriti.

Fortemente danneggiata la Vanella 207, nella zona ASI Modica- Pozzallo, che registra problemi alla viabilità.   

“Per fortuna nessun danno ai plessi scolastici di ogni ordine e grado in città, commenta il sindaco Ignazio Abbate che sin dalle prime ore di stamane coordina il presidio operativo di Protezione Civile, dopo i sopralluoghi di rito. Stiamo predisponendo gli atti per chiedere lo stato di calamità naturale che trasmetteremo a breve al Dipartimento Regionale di Protezione Civile.

Stiamo predisponendo interventi negli edifici comunali dove si sono registrate infiltrazione d’acqua e nella rete viaria comunale danneggiata.”