Omicidio Zarba, Giuseppe Panascia resta in carcere

498

Giuseppe Panascia, 74 anni, accusato dell’omicidio dell’ex moglie. Maria Zarba, 66 anni, resta in carcere. Lo deciso il Tribunale del Riesame di Catania.

Il legale di Panascia, Valentino Coria, non commenta. “Attendiamo il deposito delle motivazioni e i risultati del dna per quanto riguarda le tracce di sangue ritrovate dalla Scientifica”. Si tratta delle tracce ematiche rinvenute sulla portiera e all’interno dell’auto con la quale Panascia si è allontanato dalla casa della moglie in orari compatibili con il delitto.

Fabrrizio Cavallo, il legale che rappresenta i figli di Maria Zarba, dichiara: “Il fatto che l’impianto indiziario abbia resistito anche al vaglio del Tribunale del Riesame di Catania, ci conferma che l’indagine, magistralmente condotta dal pubblico ministero e dalla Squadra mobile di Ragusa, ha raccolto indizi univoci e convergenti nei confronti dell’indagato”.