Colletta Alimentare: la spesa per garantire un pasto alle famiglie

75

XXII edizione per la Colletta Alimentare che domani, sabato 24 novembre, ritorna nei supermercati, italiani e siciliani, per aiutare chi, da solo, non ce la fa a garantire un pasto alla sua famiglia. Un vero e proprio esercito di persone che vivono in condizione di povertà assoluta e che, secondo gli ultimi dati Istat, in Italia raggiunge e supera i 5 milioni.

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCI) è promossa dalla Fondazione Banco Alimentare onlus e si svolge in oltre 13.000 supermercati grazie all’aiuto di 145.000 volontari.

Quest’anno ci siamo dati l’obiettivo sfidante di raccogliere 16 milioni di pasti* in un solo giorno – dichiara Andrea Giussani, Presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus – visto che nel 2017 si è toccato il numero più alto dal 2005 di individui in povertà assoluta, oltre 5 milioni secondo Istat. Chiediamo ad ognuno di fare la propria parte, donando gli alimenti richiesti, che ci consentono di offrire un paniere equilibrato ai tanti beneficiari che una spesa non se la possono permettere”.

 

In Sicilia sono tantissime le persone che non riescono a procurarsi un pasto vero, di questi 226.780 vengono aiutate dal Banco Alimentare della Sicilia onlus e dal Banco Alimentare Sicilia occidentale onlus tramite 725 strutture caritative convenzionate. Un piccolo esercito a tutti gli effetti in cui i giovanissimi – i bambini da 0 a 15 anni – sono 42.138.

 

“La sfida siciliana – concordano entrambi i presidenti del Banco Alimentare, Pietro Maugeri e Santo Giordano – è quella di riuscire a raccogliere 800.000 pasti* nel giorno della #Colletta2018 che si svolgerà in 1.225 punti vendita dell’Isola. In ogni supermercato ci saranno i nostri volontari – ce ne sono 13.500 in tutta la Sicilia – con l’inconfondibile pettorina gialla che inviteranno a donare. Qualunque gesto, anche il più piccolo, sarà prezioso e insostituibile”.

 

In più quest’anno si potrà partecipare alla Colletta facendo la spesa On-Line. Il servizio, pensato per favorire chi non può andare al supermercato, rimarrà attivo fino a lunedì 26 novembre. Per accedere basta collegarsi al sito www.collettaalimentare.it e scegliere la catena di distribuzione preferita. Gli alimenti di c’è più bisogno sono quelli per i più piccoli, ma servono anche: olio, legumi, tonno in scatola, riso, sughi e pelati e biscotti.