Bambino di 10 anni tocca un palo dell’illuminazione e finisce in ospedale

936

Il Vice Prefetto Giancarlo Dionisi interviene sull’episodio che si è verificato giovedì pomeriggio all’incrocio tra via della Resistenzae via Failla, dove un bambino di 10 anni, che si era arrampicato per gioco su un’inferriata, aveva preso la scossa toccando un palo della luce. Il bimbo, che ha riportato due piccole bruciature alla mano destra, poco dopo è stato trasportato in ospedale, dove è stato ricoverato nel reparto di Pediatria e tenuto in osservazione. Ieri i medici lo hanno dimesso.

Sul luogo dell’incidente è intervenuta la Polizia municipale, che ha acquisito tutte le informazioni utili a fare luce sull’accaduto ed ha allertato i responsabili della ditta che gestisce il servizio di pubblica illuminazione in città. I tecnici della società hanno effettuato un sopralluogo ed hanno accertato che il palo presentava una dispersione di energia elettrica che non si manifestava costantemente e che probabilmente era dovuta ad un’ammacatura, verosimilmente provocata dall’impatto di un mezzo pesante. Il palo è stato isolato e messo in sicurezza.

Apprendo con sollievo la notizia delle dimissioni del bambino dall’ospedale – ha dichiarato il Vice Prefetto Giancarlo Dionisie gli auguro di superare presto il trauma dell’incidente. Sono stato subito informato dei fatti e mi sono tenuto in stretto contatto con la Polizia municipale, che mi ha ragguagliato sugli sviluppi della situazione. Posso assicurare che il palo è stato messo immediatamente in sicurezza e che non rappresenta più una fonte di pericolo per la pubblica incolumità. Nei prossimi giorni contatterò la ditta che gestisce la manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione e solleciterò un capillare monitoraggio, al fine di scongiurare episodi che possano mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini, siano essi bambini o adulti”.