Mirko e Francesco erano assolutamente sobri la notte dell’incidente

5083

Mirko Sokmani e Francesco Arrabito non avevano assunto alcuna sostanza né stupefacente né alcolica la sera dell’incidente.

La conferma arriva con gli esiti dell’esame tossicologico che sono stati notificati a tutte le parti in causa.

Lo rivela oggi il Giornale di Sicilia, in un articolo di Giada Drocker.

Mirko, 19 anni, e Francesco, 18, hanno perso la vita l’8 agosto: il motorino su cui viaggiavano si è schiantato contro un camion fermo ai lati della strada, lungo la strada che da Punta Secca conduce a Santa Croce Camerina. Il proprietario del mezzo è attualmente indagato per omicidio stradale aggravato dal fatto che il mezzo era privo di copertura assicurativa ed è difeso dall’avvocato Giuseppe Russotto.

Le famiglie dei due giovani sono rappresentate dagli avvocati Stefano Schininà, Fabrizio Cavallo e Pasqualino Cilia.