Ragusa-Catania: ennesimo rinvio (un mese?). Siamo alla farsa

209

Ricordate la ministra per il Sud Barbara Lezzi trionfante con i sindaci attorno, in un tripudio di gioia perché a metà gennaio la Ragusa – Catania sarebbe stata approvata dal Cipe?

Scordatevi il tripudio. C’è un ennesimo stop.

Il Cipe, su richiesta del Mef (Ministero economia e finanze) ha chiesto un’ulteriore verifica sul piano economico-finanziario modificato, rinviandone l’approvazione.

“Il mio ministero – dichiara il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli in una nota – ribadisce il forte impegno politico sull’opera, data la sua rilevanza, e la necessita’ di avviare i lavori il più celermente possibile”.

Il Ministero parla di “prescrizioni tecniche da parte del Mef”. “Al tempo stesso – dice Toninelli – anche allo scopo di tutelare l’interesse pubblico e l’adozione di un sistema tariffario davvero sostenibile per l’utenza, ci rimettiamo alla verifica richiesta dal Ministero dell’Economia e Finanze che in ogni caso dovrà perfezionarsi in tempi celeri e comunque non oltre un mese”.

L’intervento del sindaco di Ragusa, Peppe Cassì:

“Le notizie ricevute nelle ultime ore da Roma in merito alla Ragusa-Catania non erano rassicuranti e oggi arriva la conferma con la nota inviata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
La risposta dei Comuni coinvolti non può che essere una: continuare con la strategia portata avanti negli ultimi tempi, facendo sentire unitamente la nostra voce e restando in guardia, ormai scottati da trent’anni di attesa. Confidiamo quindi nell’operato del ministro per il Sud Barbara Lezzi, che si è esposta a favore di una causa che riteniamo giusta e doverosa.
In questo momento è attivo un coordinamento tra gli attori del nostro territorio per avere maggiori delucidazioni su questa “frenata” che non vogliamo si tramuti in stop”.