Aveva nascosto la droga in cantina, ma non è sfuggita al fiuto di App. Arrestato modicano

641

Un altro duro colpo è stato inferto agli spacciatori nel territorio modicano dagli agenti del Commissariato di Modica ieri sera; l’attività ha portato all’arresto di un trentenne modicano con precedenti specifici in materia di droga, trovato in possesso di oltre 85 grammi di marijuana, una pralina da 0,04 grammi di eroina ed alcune pastiglie di droga sintetica (anfetamine). Nel corso della perquisizione è stato altresì sequestrato un proiettile calibro 7,65.

Nella prima serata di ieri, nel corso di un’operazione per la prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti e psicotrope, gli agenti del Commissariato hanno predisposto diversi controlli nei locali, anche a seguito della segnalazione di alcuni residenti.

Iniziavano pertanto, le attività di controllo ed identificazione di oltre 15 avventori in un locale. Uno di questi, alla vista delle unità cinofile, ritenendo di non essere osservato, con mossa fulminea estraeva dalla tasca del giubbotto che indossava un involucro di colore bianco e lo lanciava sopra il tetto di un’abitazione antistante il locale. Tale mossa non è sfuggita agli operatori di Polizia, che prontamente hanno bloccato il giovane che veniva trovato in possesso di una piccola confezione in cellophane trasparente contenente sostanza vegetale di colore verde scuro, verosimilmente droga del tipo marijuana del peso di 0,66 grammi circa.

Gli agenti hanno poi, raggiunto il tetto dove pochi attimi primi l’uomo aveva lanciato l’involucro e che veniva quindi recuperato (contenente verosimilmente droga del tipo marijuana del peso di circa grammi 22,00).

In seguito, hanno perquisito l’abitazione del giovane con l’ausilio delle unità cinofile e “App”, grazie al suo fiuto, nel vano cantina, abilmente occultato all’interno di un sacchetto in plastica di colore bianco rinveniva altra marijuana del peso di circa 75,00 grammi, nonché un bilancino di precisione. Venivano inoltre rinvenuti numerosi frammenti di sacchetti di cellophane, alcuni dei quali mancanti di alcuni pezzi di forma circolare compatibili con gli involucri della sostanza vegetale.

Accertate le gravi responsabilità l’uomo veniva arrestato in quanto ritenuto responsabile di detenzione per fini di spaccio della sostanza stupefacente e, su disposizione del P.M. di turno, veniva posto agli arresti domiciliari. L’uomo veniva altresì deferito per il possesso del proiettile.

Solamente qualche ora prima un altro noto pregiudicato modicano, di anni 34, era stato deferito poiché trovato in possesso 1 spinello già confezionato, 2 pezzetti di sostanza solida di colore verde, verosimilmente droga del tipo hashish, del peso complessivo di circa 5,66 grammi e 4 stecchette di sostanza solida di colore verde, verosimilmente droga del tipo hashish, del peso complessivo di circa 4 grammi. L’attività di polizia giudiziaria portava alla denuncia in stato di libertà dell’uomo per violazione dell’art.73 D.P.R. 309/90.

L’arresto dell’uomo ed il deferimento del secondo si aggiungono alle diverse operazioni già svolte dal Commissariato di Modica nel corso degli ultimi tempi per reati connessi allo spaccio di stupefacenti.