Il suo cane lo aggredisce, i medici gli riattaccano naso e labbro

1193
Foto d'archivio

Importante intervento di microchirurgia facciale, ieri mattina, alla Clinica del Mediterraneo, eseguito dal dottor Corrado Toro, chirurgo maxillofacciale che ha ricostruito ad un uomo di 50 anni, il naso e il labbro superiore che gli erano stati amputati dal proprio cane; l’uomo, un ragusano è stato accompagnato d’urgenza al pronto soccorso del Giovanni Paolo II dopo aver subito l’aggressione, ha raccontato ai medici che il suo cane, un lupo cecoslovacco, lo aveva morso all’improvviso mentre lo stava pulendo, dopo una passeggiata.

Il primario del pronto soccorso, Giovanni Noto, ha prima stabilizzato il paziente, controllando che non avesse riportato fratture e gravi contusioni a seguito dell’aggressione, visto che lamentava dolori al petto, e poi ha immediatamente allertato il dottor Toro che ha predisposto la sala operatoria per il delicato intervento. Nell’arco di un paio d’ore dal momento dell’aggressione, l’uomo era già stato operato con successo; il chirurgo e la sua equipe sono riusciti a riattaccare naso e labbro che erano stati quasi del tutto staccati dal viso del paziente. Un’importante sinergia fra le due strutture sanitarie che ha permesso la riuscita dell’operazione; immediate sono scattate le denunce del caso all’ufficio veterinario del comune, all’ufficio igiene e all’autorità giudiziaria; saranno loro a valutare quanto accaduto e a prendere le necessarie decisioni.