Parla il papà di Alice. “Simone era ossessivo”. Lo zio: “Voleva lasciarlo”

3360
Immagine tratta dal profilo facebook di Simone Cosentino

“Più volte avevo detto a mia figlia Alice di lasciare il marito e portare via le bambine, ma lei non voleva allontanarle troppo da lui”. A parlare è Claudio Bredice, il papà di Alice, la ragazza uccisa dai colpi d’arma da fuoco domenica notte dal marito poliziotto, Simone Cosentino.

A riportarlo è il Corriere della Sera, in un articolo di Floriana Rullo e Fabio Tanzilli.

“Simone – riporta il quotidiano – era ossessivo con mia figlia, la seguiva ovunque e non poteva mai allontanarsi da sola. Erano sempre insieme. Era riuscito ad allontanarla da tutti noi e dagli amici che aveva qui in Piemonte. Non potevamo neanche andare a trovarla a Ragusa, ce lo aveva vietato”.

“Aveva intenzione di separarsi, mi aveva spiegato che negli ultimi tempi Simone era cambiato troppo”, rivela lo zio, il fratello della mamma di Alice.

Leggi l’articolo del Corriere.