Festa dell’Europa, le iniziative con le scuole di Ragusa e Modica

66

Giovedì si è celebrata in alcune scuole di Modica e Ragusa la FESTA DELL’EUROPA, con diverse e interessantissime iniziative che hanno vito coinvolte a Modica tutte le scuole superiori che coesistono in piazzale Baden Powell e che hanno lavorato con grande sinergia organizzando l’intera giornata e a Ragusa l’Istituto I.S. “Galileo Ferraris”.

Il Movimento federalista europeo che ha stimolato l’iniziativa ha voluto regalare ai giovani coinvolti una informazione quanto più completa possibile sulla problematica europea per consentire così una scelta consapevole sui vari temi che in questo momento sono dibattuti.

A Modica la brillante relazione tecnica tenuta dal Dott. Alfredo Alagna responsabile visite e seminari del Parlamento Europeo e l’appassionato discorso del prof. Uccio Barone sulla storia, i grandi benefici e la prospettiva dell’Europa hanno coinvolto i tantissimi studenti nell’aula magna del Liceo Scientifico.

Nel pomeriggio è stato il turno della Prof.ssa Valentina Petralia e dell’avv. Laura Rizza che nell’aula magna dell’Ist. Tecnico Archimede hanno fornito ai ragazzi il loro prezioso contributo sull’incremento dei diritti di cittadinanza frutto dell’Unione Europea e sulle normative connesse al tema dei richiedenti asilo.

Tutto questo infarcito da mostre curate dagli studenti, da percorsi guidati per presentare i vari istituti e le loro esperienze di Erasmus, dall’esecuzione musicale dell’inno dell’Unione Europea e da un eccellente percorso gastronomico preparato dall’Istituto Principi Grimaldi.

Apprezzatissimo l’impegno del Galileo Ferraris a Ragusa che pur non avendo avuto la possibilità di creare sinergie con altre scuole ha organizzato una intera mattinata di manifestazioni, riflessioni e rappresentazioni concluse da un’esposizione di piatti tipici di vari Paesi europei.

“Per fortuna – scrive il Movimento in una nota – i nostri giovani sono già cittadini di Europa, e vivono con passione e trasporto il sogno europeo che siamo sicuri concorreranno a portare a compimento trasformando l’Europa dei popoli in un unico grande Popolo Europeo”.