“Negata iscrizione in biblioteca a una bimba ivoriana di 10 anni”

771
biblioteca comunale
Foto Marcello Bocchieri

Non si può iscrivere alla biblioteca. Questo si sarebbe sentito dire una bambina ivoriana di 10 anni dal personale della biblioteca Civica di Ragusa. A riportare la denuncia di una volontaria, Martina Nicastro, è stata la giornalista Lucia Fava su La Sicilia di oggi. La bimba, che ovviamente ha un permesso di soggiorno, non sarebbe stata ritenuta ‘affidabile’.

La volontaria, che accompagnava la bambina, ha scritto al sindaco, Peppe Cassì, che ha aperto una ‘indagine’ interna. “Mi sembra cosa meritevole – spiega Martina nella email che ha inviato al sindaco Giuseppe Cassì – incoraggiare una ragazzina che manifesta un vivo interesse per la lettura, presentandole un servizio fondamentale per la comunità quale quello della biblioteca civica. Purtroppo però l’accoglienza che ci è stata riservata sfocia oltre i limiti del razzismo”.