Conte in aula: “Abbiamo sbloccato la Ragusa-Catania”. Ma non è così

962

Un lungo elenco di promesse per la Sicilia, per lo più non mantenute. Si chiude così l’esperienza giallo-verde al governo del Paese. Ieri, in aula, il premier Giuseppe Conte, prima di annunciare le dimissioni, ha illustrato una serie di provvedimenti realizzati. Tra questi ha parlato dello sblocco della Ragusa- Catania.

In realtà, ad oggi, eccetto la promessa dell’ormai ex ministro Toninelli (che resta in carica solo per il disbrigo degli affari correnti) di realizzare l’opera con soldi pubblici e senza pedaggio per i cittadini, non resta nulla.

Era stato proprio il governo, in particolar modo il ministero dell’Economia, a sollevare dubbi sulla sostenibilità finanziaria del vecchio progetto già appaltato al gruppo Bonsignore.