Centro Convenienza verso la chiusura? Ecco la situazione a Ragusa

3640

È una situazione preoccupante quella che coinvolge il Centro Convenienza di Ragusa e tutti i clienti che hanno versato caparre o avviato prestiti per comprare mobili, che adesso rischiano di non ricevere mai.

La vicenda coinvolge i cinque negozi di CataniaPalermoRagusa, e Messina: quelli di Palermo e Catania sono già chiusi da giorni, quello di Ragusa risulta ancora aperto, ma la situazione non appare più rosea.

Il Centro Convenienza ha fatto domanda di accesso al Concordato Preventivo in continuità aziendale –  spiega Stefania Serra presidente di Federconsumatori Ragusa – che è stata depositata lo scorso 9 dicembre presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto dalla società ESSEQUATTRO s.r.l.di Pace del Mela (Me). Le sedi territoriali di Federconsumatori Sicilia stanno ricevendo moltissime segnalazioni da parte dei clienti che hanno acquistato merce per migliaia di euro, senza mai riceverla. Nel frattempo abbiamo inviato degli atti di diffida ancora senza esito e se rimarranno tali dovremmo muoverci attraverso atti di citazione”.

Sono circa 50 i consumatori che attendono mobili che dovevano essere in consegna al punto vendita di Ragusa, molti di loro si sono attivati cercando di bypassare il marchio e mettendosi in contatto direttamente con i fornitori, ma la mossa non è andata a buon fine.

Adesso sono tutti in attesa di ricevere notizie dei mobili ordinati, dei soldi già versati e di come procedere per evitare di rimanere con case vuote, senza alcun mobilio.