Coronavirus, la Regione conferma: un contagio in provincia di Ragusa

15519

Un contagio in provincia di Ragusa. La conferma dell’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, che ha tenuto una conferenza stampa pochi istanti fa.

Si attende la ‘validazione’, prevista dai protocolli, da parte dello Spallanzani di Roma.

Si tratterebbe di una paziente, asintomatica, non ricoverata, ma in isolamento in casa.

La donna sarebbe stata in Nord Italia di recente.

Non si conosce la città in cui risieda la persona contagiata.

Sale a 7 il numero dei casi accertati (incluso quello della provincia di Ragusa), a cui si aggiungono ulteriori tre ‘sospettati’.

Altri tre casi sospetti di coronavirus sono stati registrati oggi a Catania (due) e a Palermo, i tamponi risultati positivi sono stati trasmessi dalla Regione siciliana all’Istituto superiore di sanità per l’eventuale certificazione. I tre nuovi casi si aggiungono ai 7 comunicati un’ora fa dal dipartimento di Protezione civile nazionale.

“Abbiamo accertato che in Sicilia ci sono 7 casi già accertati e altri 3 nuovi casi sospetti sono emersi oggi, sui quali si attendono i risultati dei test”, ha detto Razza.

I sette casi già accertati di Coronavirus in Sicilia riguardano persone o del tutto asintomatiche, quindi in isolamento domiciliare, o guarite e mantenute comunque in isolamento; solo due sono in ospedale, ma nessuno in terapia intensiva. Tutti hanno avuto un contatto diretto con l’area di focolaio, da noi non esiste alcun focolaio di contagio autonomo”, ha aggiunto l’assessore regionale.