Rinviati a dopo il 31 maggio i processi civili e penali non urgenti

337
Bergamo, 05/11/2003 TRIBUNALE DI BERGAMO. ©Roby Bettolini

Il presidente della Corte di Appello di Catania, Giuseppe Meliadò, con una nota inviata ai presidenti dei consigli dell’Ordine degli avvocati di Catania, Siracusa, Ragusa e Caltagirone, ha disposto il rinvio a data successiva al 31 maggio di tutti i processi civili e penali non urgenti.

Si tratta di una misura straordinaria per contrastare l’emergenza Covid-19 e contenere gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria. Il presidente Meliadò ha disposto il rinvio «di tutti i procedimenti la cui ritardata trattazione, per espressa disposizione di legge o per disposizione del giudice non appare idonea a produrre grave pregiudizio per le parti».  Analoghe misure, ha anticipato Meliadò: «hanno intenzione di adottare i presidenti dei Tribunali di Catania, Siracusa, Ragusa e Caltagirone, d’intesa con questa presidenza, fermo restando la loro attenuazione in caso di positiva evoluzione della crisi sanitaria».