Controlli nelle campagne e nelle contrade: Comiso serra i ranghi a Pasqua

197

“Ieri c’è stata una video conferenza con Prefetto, Questore, Forze dell’Ordine, Comandanti delle Polizie Municipali, Sindaci e Assessori, al quale, per il Comune di Comiso, ho partecipato – spiega l’Assessore alla Polizia Municipale Dante Di Trapani.  Questo, il tavolo che ieri ha discusso delle misure da mettere in atto per contrastare la possibile organizzazione di assembramenti e riunioni familiari o di comitive, nella domenica e nel lunedì di Pasqua.

Filtra in città qualche voce – ancora Di Trapani –  che vorrebbe raggruppamenti di amici o di famiglie in procinto di organizzarsi per trascorrere assieme la Pasqua o la Pasquetta, magari radunandosi nelle tante case di campagna che insistono sul territorio comisano.

Vogliamo essere chiari: nessuno pensi di poter trasgredire le regole, motivando la trasgressione con l’eccezionalità delle due giornate, perché si sbaglia di grosso.  Preannunciamo, dunque, la presenza di appositi pattugliamenti della Polizia Municipale presso le diverse contrade comisane, al fine di scongiurare quanto arriva alle nostre orecchie.  In accordo con le Forze dell’Ordine, identico presidio riguarderà le uscite da Comiso verso le altre località del comprensorio.

La Sicilia sta reggendo ed allentare adesso il sistema di controlli si rivelerebbe una insensata catastrofe!

Il tavolo prefettizio riunitosi ieri ha, inoltre, concordato la possibilità di chiedere che un elicottero della Protezione Civile sorvoli la nostra provincia al fine di individuare eventuali assembramenti in violazione delle leggi d’emergenza. La parola d’ordine, rimane, dunque quella di restare a casa! Senza eccezione alcuna!”.