Covid19, controlli alla Cava dei Modicani. Ecco gli esiti

1297

A favore della massima tutela di tutti gli operatori della filiera dei rifiuti indifferenziati, da quelli impegnati nella raccolta nei Comuni del Libero Consorzio Comunale di Ragusa a quelli addetti alle operazioni di accettazione, conferimento e trattamento presso l’impianto T.M.B. di Ragusa, si rende noto che la Società SRR ATO 7 Ragusa, ha effettuato specifici monitoraggi ambientali indoor per l’eventuale individuazione della presenza del virus Covid9 negli ambienti di lavoro confinati dell’impianto. In particolare sono stati eseguiti dal suddetto Laboratorio, in data 08-04-2020 e 23-04-2020, n. 5 monitoraggi indoor per giornata, nell’ufficio accettazione all’ingresso e all’interno delle cabine di manovra di quattro mezzi,  adibiti alla movimentazione dei rifiuti, ove prevalentemente risiedono ed operano gli addetti.

I suddetti test diagnostici, come indicato dallo stesso Laboratorio, sono analoghi a quelli utilizzati per evidenziare la positività al Covid-19 sulle persone, basati sulla metodica molecolare di reazione a catena della polimerasi (PCR) messa a punto in base alla sequenza genetica del virus sars-cov-2. Il tampone ambientale viene effettuato secondo il metodo dell’Istituto Superiore di Sanità rapporti ISTISAN 13/37, campionando sia l’aria confinante tra due ambienti sia le superfici a maggior contaminazione, eseguendo la PCR per identificare l’eventuale presenza del covid19. Su indicazione dell’O.M.S. inoltre, poiché il virus potrebbe mutare, i test vengono eseguiti usando come primer per la PCR, diverse sequenze. I relativi rapporti di prova sono stati celermente acquisiti ed hanno attestato tutti ESITO NEGATIVO, in entrambe le giornate. La particolare attenzione posta è stata peraltro motivata dalla strategicità per il territorio del Libero Consorzio Comunale di Ragusa di assicurare il regolare e continuato mantenimento dell’operatività dell’impianto T.M.B. di Ragusa, l’unico in esercizio nel territorio provinciale ove conferiscono tutti i Comuni dell’Ambito. Il presente comunicato al fine di informare e rassicurare, quanto più è possibile, riguardo le misure di sorveglianza sanitaria poste in essere a tutela dei lavoratori impegnati nel settore rifiuti.