‘Scherza coi fanti, ma lascia stare ai santi’. A Palazzolo è bufera

346

L’arcivescovo Salvatore Pappalardo ha disposto la sospensione delle celebrazioni eucaristiche nella chiesa di San Paolo apostolo a Palazzolo.

Una decisione molto forte, dettata dalla ‘disobbedienza’ del parroco che, nonostante il divieto di processioni, ieri ha voluto portare lo stesso in giro, davanti alla basilica, la reliquia di San Paolo.

Eppure poco prima si era celebrato il solenne pontificale, presieduto proprio dal vescovo Pappalardo.

Evidentemente, però, il sacerdote non voleva saperne di rispettare le regole, peraltro imposte dai vescovi italiani in questo periodo di pandemia.

Ma a Palazzo Acreide San Paolo non si tocca, neppure in tempo di rischio di contagio.

E così il sacerdote, con un gruppo di fedeli, ha preso il reliquiario e ha infranto la disposizione canonica.

Il vescovo, difficilmente avrebbe potuto fare altrimenti, ha risposto con fermezza.

Monsignor Pappalardo ha disposto la sospensione di tutte le celebrazioni che da oggi fino all’ottava erano state programmate spiegando che è sorta “la difficoltà nella gestione dell’afflusso dei pellegrini nella chiesa di San Paolo in Palazzolo Acreide” ma soprattutto “essendo state disattese le mi precedenti disposizioni in materia”.