Stasera tutti col naso all’insù per la stella che guidò i Magi

960

Oggi, 21 dicembre, solstizio d’inverno, igiorno più breve dell’anno, vedrà un fenomeno che non si osservava da circa 400 anni: Giove e Saturno vicini come lo sono stati solo nel 1623, quando erano ancora in vita Galileo e Keplero. La congiunzione dei due pianeti è stata probabilmente la ‘stella’ di Natale che, secondo il racconto dei Vangeli, avrebbe guidato i Magi.

La congiunzione fra Giove e Saturno è uno spettacolo da non perdere e per osservarlo al meglio Paolo Volpini, dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) consiglia di “aspettare che il Sole tramonti e guardare in quella direzione. Verso le 17,00 si potra’ cominciare a vedere i due pianeti vicinissimi. Il momento clou è previsto tra le 17,30 e le 18,30 del 21 dicembre. E’ importante cercare un luogo con l’orizzonte a Sud-Ovest libero. Il fenomeno e’ visibile a occhio nudo, ma con un piccolo telescopio e’ possibile vedere gli anelli di Saturno e le lune di Giove”.

L’Osservatorio Astronomico Università di Siena spiega tecnicamente cos’avverrà, attraverso una questa grafica (l’immagine reale della Luna con Giove e Saturno è di Filippo Galati):
“In alto abbiamo messo una foto reale del 17 dicembre.
Sotto l’abbiamo replicata aggiungendo un cerchio rosso corrispondente alla circonferenza apparente della Luna.
Abbiamo poi copiato lo stesso cerchio a destra per mostrarvi che ieri i due pianeti stavano dentro a un cerchio grande come la Luna.
Nei riquadri in basso abbiamo messo la simulazione della posizione di Giove e Saturno dal 17 (ieri) al 21 dicembre, giorno della Grande Congiunzione, dentro al cerchio rosso per poter confrontare la loro distanza col diametro della Luna.
I due pianeti saranno sempre più vicini, e il 21 dicembre la loro distanza sarà minima: Giove e Saturno saranno dunque vicinissimi, a una distanza pari a un quinto del diametro lunare!
Due considerazioni importanti…
1. in cielo le distanze tra gli oggetti si misurano in angoli: il diametro della Luna e quindi del cerchio rosso è circa mezzo grado (0,53°); si tratta ovviamente di un diametro “apparente”, ovvero della dimensione angolare della Luna vista dalla Terra. I due pianeti il 21 dicembre saranno a una distanza di 0,11° pari a 1/5 del diametro lunare.
2. la Grande Congiunzione è solo una bellissima illusione prospettica. Noi vedremo Giove e Saturno sfiorarsi ma in realtà i due pianeti sono molto distanti tra loro nello spazio: dalla Terra, Giove si trova a 886 milioni di km e Saturno a 1 miliardo e 620 milioni di km… Tra di loro ci sono 734 milioni di km!”.