Dichiarata la morte celebrare per la bimba che si era soffocata per un ‘gioco’ social

4685
Immagine di repertorio

E’ stata dichiarata la morte cerebrale per la bimba di 10 anni che nel quartiere Kalsa a Palermo è finita in coma per un gioco orribile durante una prova estrema di soffocamento sul social TikTok.

La piccola era arrivata al nosocomio in arresto cardiocircolatorio per un’asfissia prolungata.

Secondo una prima ricostruzione, la bambina avrebbe partecipato alla challenge nel famoso social, accogliendo la prova di resistenza, che consiste nello stringersi una cintura attorno al collo e resistere il più possibile.

Il suo cuore, si sarebbe fermato per alcuni interminabili minuti prima di ricominciare a battere grazie alle manovre rianimatorie eseguite dal personale sanitario.