Covid e controlli, in giro dopo le dieci di sera: multate 22 persone

1456

Il recente posizionamento della Sicilia a zona arancione non ha interrotto la vigilanza dei Carabinieri per il rispetto delle vigenti normative per contrastare la pandemia da Covid19. La scorsa settimana infatti i militari del Comando Provinciale di Ragusa hanno controllato complessivamente 804 persone e 106 esercizi pubblici elevando in totale 22 sanzioni per violazione delle norme volte a contenere il diffondersi del virus.  La maggior parte delle persone sanzionate infatti sono state sorprese a circolare oltre le ore 22.00 senza giustificato motivo, altri, per non indossavano la mascherina o prendevano parte ad assembramenti senza rispettare il distanziamento sociale. Non sono mancate, nel complesso delle verifiche, situazioni singolari. I militari della Compagnia di Vittoria sono infatti intervenuti nella sera del 1° febbraio all’interno dell’ex campo di concentramento adiacente alla fiera “Emaia” dove un gruppo di giovani assisteva alle spericolate (pericolose) evoluzioni di un’auto che si è scoperto poi essere condotta da un soggetto minorenne, dunque privo di patente. Tutti i ragazzi presenti sono stati identificati e condotti presso la caserma sede del Comando Compagnia di Vittoria dove si sono visti notificare i verbali per la violazione del divieto di uscita dalla propria abitazione oltre le ore 22 in aggiunta alle infrazioni commesse al Codice della Strada. Sempre l’Arma di Vittoria è intervenuta in via Roma angolo via Palestro, dove sono state sanzionate 5 persone, tutte di origine nordafricana.

La Compagnia di Ragusa ha invece interrotto un droga party che un gruppetto di giovani aveva organizzato in una villetta di Marina di Ragusa. I militari della Sezione Radiomobile del capoluogo ibleo sono intervenuti su segnalazione di un cittadino che ha sentito dei rumori inconsueti provenire da un’abitazione e, temendo un furto in atto, ha chiamato il 112. Giunti sul posto i Carabinieri hanno invece scoperto un festino in piena regola nell’ambito del quale 7 giovani stavano consumando stupefacente noncuranti dei divieti di assembramento e circolazione dopo le 22. Per tutti sono ovviamente scattate le sanzioni per l’inosservanza della normativa anti Covid unitamente ai verbali per le violazioni in materia di stupefacenti.