Due sorelle incinte trovate positive al Covid, picchiano ostetrico e fuggono

3045
immagine di repertorio

Una storia che ha dell’incredibile.

Due donne gravide scoprono all’ospedale Vittorio Emanuele di Gela di essere positive al Covid-19, dopo aver picchiato un operatore sanitario riescono a scappare, vengono rintracciate a Riesi e denunciate. Le due sorelle ora dovranno rispondere di epidemia colposa e lesioni.

Le due donne, sorelle, hanno raggiunto l’ospedale gelese dalla vicina Riesi perchè accusavano alcuni malesseri. I tamponi rapidi hanno dato esito positivo, confermati poi da quelli molecolari. Le due donne appresa la notizia della positività sono andate in escandescenza e, supportate dalla madre che ha fatto irruzione nell’area di emergenza, hanno dato calci e pugni all’ostetrico che le stava visitando e subito sono scappate dal pronto soccorso infettivologico dell’ospedale gelese.