Vittoria, volevano uccidere due collaboratori di giustizia. Fermati dalla Polizia

1750

Avevano progettato l’uccisione di due collaboratori di giustizia a Vittoria.

Sarebbe emerso nel corso di una indagine per altri reati. Il 19 maggio scorso agenti della questura di Ragusa hanno tratto in arresto cinque persone: Andrea Di Martino, Sergio Di Martino, Gian Franco Stracquadaini, Rosario Greco e Massimiliano Leggio, considerati «responsabili, a vario titolo, di una sequela di furti aggravati in concorso, ricettazione in concorso, riciclaggio».

Nell’ambito di questa indagine emergerebbe un colpo di scena. Secondo gli organismi inquirenti due degli indagati, Gian Franco Stracquadaini e Rosario Greco sarebbero stati pronti ad ammazzare due collaboratori di giustizia.

Solo Gian Franco Stracquadaini e Rosario Greco, sono indagati anche per tentato omicidio, un’azione avulsa dai reati del gruppo con il quale commettevano i furti. Alla conclusione degli interrogatori di garanzia nel corso dei quali gli indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, il gip ha disposto i domiciliari per Sergio e Andrea Di Martino e per Rosario Greco, confermando il carcere per Stracquadaini e Leggio.