Scoglitti, sfiorata tragedia, bancario salva due donne

2739
Immagine di repertorio

“Stiamo assistendo ad una sorta di eterogenesi dei fini. Un uomo si lancia in mare e salva una donna e la sua bambina per spirito di solidarietà, ma in realtà sta prendendo il posto di chi dovrebbe tutelare la vita e l’incolumità dei cittadini, ma non lo sta facendo”.

Pietro Gurrieri, candidato sindaco a Vittoria per il MoVimento 5 Stelle e Città Libera, commenta così il gesto coraggioso di Francesco Denaro, quarantenne vittoriese, bancario ed appassionato di arti marziali, residente da anni nel Milanese e in questi giorni in ferie a Scoglitti con il papà Paolo e le rispettive famiglie, che ieri mattina si è catapultato in mare da una spiaggia della Riviera Gela, per salvare una giovane mamma che con la propria bambina era stata travolta, a pochissima distanza dalla riva, da un’onda anomala, rischiando di annegare.

“Due giorni fa” – commenta Gurrieri – “a seguito di quanto accaduto a Baia del Sole, nelle cui acque una donna di appena 46 anni sarebbe annegata se non fosse stata salvata da due ragazzi di Gela affiancati ad uno – Mirko il suo nome, ed altro non posso dire in quanto intende rimanere anonimo – avevo segnalato l’inammissibile ritardo nella predisposizione da parte dell’amministrazione comunale del servizio di soccorso e salvataggio in mare”. “Sono trascorsi due giorni” – continua – “nessuna risposta da parte dell’ente e una giovane madre salvata per un caso fortuito dal coraggio di un Vittoriese. Cosa si aspetta, che accada l’irreparabile?”
“Ho letto sui social l’indignazione dei Cittadini, e bisogna ricordare agli amministratori che quasi tutti loro pagano le tasse ed hanno diritto a godere di servizi appena dignitosi. Il salvataggio in mare a Scoglitti è una necessità, a prescindere dalle buone norme di prudenza e di cautela, in quanto un incidente, soprattutto in mare, può sempre accadere. Un comportamento azzardato di un bambino, la sottovalutazione del pericolo, un malore improvviso. Il salvataggio in mare, nel tratto Kamarina Baia Dorica deve essere immediatamente istituito, anche con procedure accelerate” – conclude Gurrieri – “perché non sempre ci saranno cittadini eroi a salvare al posto del Comune chi sia  in difficoltà, pertanto si proceda e subito!”