Profughi afghani, il sindaco di Comiso mette a disposizione 50 unità abitative

245

Emergenza profughi Afghani. Il Sindaco di Comiso mette a disposizione 50 unità abitative nella zona italiana dell’ex base Base Nato. 

“L’amministrazione comunale di Comiso in  pieno accordo e con il coinvolgimento del Presidente della Regione Siciliana, l’on. Nello Musumeci, mette a disposizione, per l’emergenza umanitaria dell’ Afghanistan, 50 unità abitative nella zona italiana della ex Base Nato – comunica il Sindaco di Comiso -. La città di Comiso è sempre in prima linea nelle emergenze umanitarie e non si tira indietro neanche in questa occasione, soprattutto dinnanzi alla tragedia di intere famiglie, ancor più delle donne che stanno fuggendo da un regime oscurantista che potrebbe riportarle indietro , verso un medio evo che fa orrore a ciascuno di noi. Queste famiglie – ancora il sindaco – hanno bisogno di accoglienza, di calore umano, di una casa. L’ubicazione che mettiamo a disposizione ci pare ideale , non solo perché è immediatamente  servita dall’aeroporto di Comiso, ma anche perché le strutture, fatti salvi dei minimi ritocchi, sono abitabili, vivibili e accoglienti. L’aeroporto inoltre, ha anche già operativo il servizio di tamponi e l’ ASP di Ragusa, con il pieno appoggio e il plauso del direttore generale, dott. Angelo Aliquò per l’iniziativa, sarà coinvolta per la campagna vaccinale ed ogni altra necessità sanitaria. Ho personalmente sentito i vertici della Prefettura – conclude Maria Rita Schembari- che si faranno tramite presso il Ministero degli Interni di questa volontà e di questa disponibilità”.