I Pupi di Surfaro a The Globe con il “Pig the Enemy Tour”

119

Continua la programmazione di musica live a The Globe. Venerdì 15 ottobre, alle 22, è la volta dei Pupi di Surfaro, che hanno scelto il piccolo teatro “unconventional” di via Giovanni Spampinato 12 come tappa ragusana del “Pig the Enemy Tour”, tournée che anticipa l’uscita del loro ultimo progetto discografico Animal Farm. Il trio nisseno ha all’attivo tre dischi, numerose partecipazioni a festival in tutta Italia, il premio “Band of the Year” e il “Premio della Critica” al Tour Music Fest 2016, il premio “Voci per la libertà” di Amnesty International nel 2018 con il brano Gnanzou, che racconta il tragico viaggio di un migrante.

Totò Nocera (voce), Pietro Amico (batteria) e Salvo Coppola (basso) sono stati definiti di volta in volta come i “Rage against the machine siciliani”, “Vinicio Capossela psichedelico”, “sperimentatori originali della terra di Battiato”, parallelismi anche molto lontani tra loro che danno l’idea di uno stile musicale di non facile definizione ma di grande originalità e forza. Sperimentazione musicale, a partire dalla riscoperta della musica popolare siciliana per evolversi in uno stile contemporaneo innovativo, e impegno sociale e politico sono le due chiavi del progetto artistico della band, che così si racconta: “Abbandoniamo la forma, l’estetica folk. Ne manteniamo ed esaltiamo l’anima. Rinunciando agli strumenti e gli stilemi della musica tradizionale, acquisiamo maggiore consapevolezza delle nostre radici culturali. Attraverso un viaggio fatto di sperimentazione, contaminazione, evocazioni e nette prese di posizione, approdiamo ad un prodotto moderno, dove le forti tinte rivelano spiccatamente il nostro carattere. La commistione di suoni e rumori, antico e moderno, acustico ed elettronico dichiarano la nostra intenzione cosmopolita e metropolitana”.