Covid, i dati regionali: in Sicilia crescono i contagi tra i più piccoli

549

I dati del bollettino della Regione Sicilia relativi alla settimana dal 29 novembre al 5 dicembre sembrano dare un’indicazione chiara circa le fasce d’età più a rischio di contagio. Sono infatti i bambini tra i 6/10 anni (212/100.000) e tra gli 11/13 anni (193,7/100.000) a far registrare un’incidenza più che doppia rispetto alla media della popolazione.

Nella settimana in esame sono stati diagnosticati 4.697 nuovi casi con un valore di 97 su 100.000 abitanti. Le province con un’incidenza maggiore sono Messina, Caltanissetta, Catania e Siracusa.

Per quanto riguarda le ospedalizzazioni, i dati non sono fortunatamente allarmanti, con un tasso di occupazione dei posti letto pari al 5% per le terapie intensive e al 9% per l’area medica. Altro dato da rilevare: l’80% dei soggetti attualmente ospedalizzati risulta non vaccinato o con un ciclo incompleto di vaccinazione.

La campagna vaccinale registra un aumento delle prime dosi rispetto alla settimana precedente (+29.03%), con una percentuale crescente di vaccinazioni nella fascia d’età compresa tra i 12/19 anni (+53,1 %). In aumento anche le vaccinazioni aggiuntive/booster.