“Bufalino. Camarina e dintorni”: il libro dell’archeologo Di Stefano al tourismA

50

Sarà presentato a Firenze il 18 dicembre, ore 14.30, a Palazzo dei Congressi, nell’ambito di tourismA, il libro “Bufalino. Camarina e dintorni”, dell’archeologo ragusano Giovanni Di Stefano, con foto di Giuseppe Leone, edito da Arteinsieme.

Il Salone internazionale di archeologia e turismo culturale, organizzato come sempre da Archeologia Viva (Giunti editore), farà da cornice alla presentazione del volume cui prenderanno parte Marcello Nativo, presidente di Arteinsieme, Domenico Buzzone, direttore del Parco di Kamarina, l’autore Giovanni Di Stefano, dell’Università della Calabria, Marcella Pisani e Zoe Hochenberger, dell’Università di Roma Tor Vergata.

La kermesse fiorentina, appuntamento di grande richiamo per la cultura, prevede numerosi convegni, con la presenza di centinaia di relatori per parlare di grandi scoperte archeologiche, iniziative di valorizzazione di musei e parchi, beni artistici, ambientali, borghi e siti Unesco, nuovi itinerari, tecnologie d’avanguardia.

Gesualdo Bufalino, scrittore, poeta e aforista siciliano (Comiso 1920 – Vittoria 1996) era un grande appassionato della sua terra e amava profondamente Camarina, sito archeologico dell’estremo lembo meridionale della Sicilia, alla foce del fiume Ippari, insediamento greco che fu colonia di Siracusa. Oggi del suo antico splendore restano il celebre tempio di Athena e le mura fortificate, purtroppo quasi interamente divorate dal mare.
L’autore del volume, Giovanni Di Stefano, incontrò Bufalino più volte quando questi si recava al Museo di Camarina insieme al dirigente dei Beni culturali della Sicilia, Alberto Bombace, suo amico. Una volta, Bufalino chiese a Di Stefano di accompagnarlo alla foce dell’Ippari, che non aveva mai visto. E proprio lì nacque la celebre poesia “Al fiume”.

 “Dintorni di Camarina”, ma anche brani celebri come quelli contenuti in “L’amaro miele”, una delle sue opere più importanti, nacquero dal contatto con questa realtà archeologica. Nel testo dell’archeologo Di Stefano i brani dello scrittore, le sue frasi dedicate alla terra di Sicilia, legate ai luoghi a lui cari, sono affiancate dalle foto del noto fotografo ragusano Giuseppe Leone. I testi sono di Gesualdo Bufalino, Giovanni Di Stefano e Sonia Giardina.

 Commenta Giovanni Di Stefano: «tourismA è un palcoscenico di livello internazionale. È dunque la cornice ideale per raccontare di Bufalino e Camarina, di questo intreccio tra lo scrittore e i luoghi della antica città greca. Portare all’attenzione di tutti gli scritti di Bufalino “Al fiume” e “Dintorni di Camarina”, attraverso il libro edito da Arteinsieme, è un contributo nuovo e unico per l’approfondimento del personaggio».

«Camarina – aggiunge Marcello Nativo – è il luogo che ispirò Bufalino a tradurre in versi il fascino incantevole e struggente della città arcaica alla foce dell’Ippari e che fu teatro di eventi che segnarono la storia del Mediterraneo. A questo sito si sono ispirati grandi personaggi ed artisti. Bufalino è tra questi. E Arteinsieme ha voluto dedicare a lui questo libro-omaggio».

«Siamo molto onorati – conclude il direttore di tourismA e Archeologia Viva, Piero Pruneti – di poter tornare a parlare dello straordinario sito di Camarina e del grande intellettuale Bufalino attraverso le pagine del bel volume dell’amico e ormai storico collaboratore Giovanni Di Stefano».

(tourismA si svolgerà a Palazzo dei Congressi, dal 17 al 19 dicembre – ingresso libero)

Ingresso libero. Registrazione diretta all’entrata. Necessario il green pass. www.tourisma.it