Dal 20 dicembre a Modica entreranno in funzione i Velobox

1105

Da lunedì prossimo, 20 dicembre 2021, saranno operativi i c.d. “Velobox”. La ditta fornitrice e la Squadra di Segnaletica Stradale comunale hanno completato in queste ore la collocazione dei dieci impianti arancione e della relativa, e necessaria, segnaletica verticale.

“L’Amministrazione Comunale – spiega il sindaco, Ignazio Abbate – intende adottare ogni sistema che induca gli automobilisti a limitare la velocità, per cui riteniamo indispensabile, al fine di attuare una prevenzione volta ad aumentare la sicurezza e l’incolumità pubblica, in particolare, in alcune arterie, l’installazione di box contenitori di apparecchiature per il controllo della velocità”.

I dieci Velobox sono stati collocati in Via Modica Giarratana (Contrada Mauto), in Via Sorda Sampieri (Modica Mare), in Via Sorda Scicli, in Via Modica Ispica, in Via San Giuliano S.Elena, in Contrada Quartarella, in Contrada Sant’Angelo, in Contrada Musebbi, in Contrada Torre Rodosta, in Contrada Serrapero.

Il limite di velocità consentito sarà di 50kmh.

“Tali impianti – dice l’assessore per la Sicurezza del Territorio, Pietro Lorefice  – così come altre iniziative già attuate o da attuare col Comando di Polizia Locale, ci consentiranno di espletare un’attività di prevenzione nelle principali arterie comunali di particolare densità veicolare”.

I Velobox ospiteranno due telecamere ad alta risoluzione bifacciali che saranno itineranti, cioè spostate saltuariamente da personale incaricato nei dieci impianti. Funzioneranno in ogni condizione di luminosità per mezzo di illuminatore IR con lunghezza d’onda di 850 NM. Le riprese saranno frontali con oscuramento automatico del parabrezza per garantire la privacy degli occupanti il veicolo.

“Le arterie sono state individuate seguito delle ripetute segnalazioni da parte dell’utenza e perché spesso, purtroppo, teatro di incidenti stradali gravi – spiega il Comandante Rosario Cannizzaro -. Il nostro auspicio è che i Velobox siano un mezzo di prevenzione e non di repressione”.