Più aule per il ‘Fermi’? Il Libero Consorzio assicura: “Faremo quanto serve”

84
Immagine di repertorio
L’intervento del consigliere del Movimento 5 stelle, Sergio Firrincieli, sulla necessità di nuove aule per il ‘Fermi’ di Ragusa, dove le iscrizioni crescono di anno in anno, raccoglie la piena disponibilità del Libero Consorzio, l’ex Provincia regionale, che ha la competenza sugli Istituti superiori.
“L’Amministrazione Provinciale di Ragusa, da sempre sensibile alle problematiche inerenti l’edilizia scolastica dell’intero comprensorio ibleo, ha provveduto sistematicamente ad affrontare tutte le esigenze e i fabbisogni (manutentivi, di adeguamento e di messa in sicurezza) degli edifici di competenza. Lo dimostrano i numerosi interventi posti in essere, ma anche i trasferimenti di risorse fatte alle scuole (anche in concomitanza con l’emergenza covid-19)”. Lo si legge in una nota del Libero consorzio, in cui si spiega che l’amministrazione provinciale: “Ha, inoltre, da sempre provveduto a fornire i locali necessari per lo svolgimento delle attività didattiche, senza peraltro ricorrere a doppi turni o a soluzioni dinamiche di utilizzo degli spazi a rotazione, al fine di evitare qualsiasi disagio all’utenza scolastica interessata, alle famiglie e agli spostamenti casa – scuola (con riferimento alle problematiche legate agli orari e mezzi pubblici), ivi compreso l’Istituto “Fermi” di Ragusa dove sono state garantite tutte le attività didattiche, anche extra curricolari, compresa una grande aula adibita a sala biliardo”.
La nota conclude: “Adesso si assiste anzitempo a richieste di aule da parte dell’Istituto ‘Fermi’ di Ragusa, facendo leva su dati non ancora ufficiali e consolidati. Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa, non appena saranno resi noti i dati sugli alunni delle scuole di istruzione secondaria della Provincia per l’anno scolastico 2022-2023, provvederà ad assicurare per tempo il regolare inizio dell’anno scolastico”.