Autotrasportatori siciliani: stop alla protesta

2108

Revoca dei presidi nei punti nevralgici e costituzione di un tavolo permanente alla Regione Siciliana con la partecipazione dei grandi e piccoli autotrasportatori e della committenza. E’ quanto deciso a conclusione di un incontro al PalaRegione di Catania, promosso dalla presidenza della Regione Siciliana e dall’assessorato ai Trasporti, tra organizzazioni sindacali e i grandi gruppi della grande distribuzione organizzata.

Le aziende si sono impegnate, alla ripresa delle consegne, ad aumentare il pagamento del lavoro agli trasportatori che, con la Regione, saranno presenti al tavolo che sarà aperto dal governo a Roma.

Con il tavolo permanente le istanze degli autotrasportatori saranno affrontate in un confronto romano al quale la Regione ha detto che sarà al fianco della categoria.

Per 4 giorni è stato presidiato il casello A18 di San Gregorio con decine di tir in sosta su entrambe le carreggiate. Blocco dei tir anche nel porto di Palermo. Una ventina di autotrasportatori ha fermato i mezzi pesanti tra due varchi mentre un altro gruppo si è piazzato davanti all’ingresso nella zona del molo Santa Maria. Due giorni di presidio anche sulla Ss 640 tra Canicattì e Caltanissetta.