Confronto tra Comune e Confimpresa iblea: verso novità su Tari e Tosap

80

Riduzione della Tari alle utenze non domestiche e proroga della Tosap. Sono alcune delle novità emerse durante il confronto tra il direttivo di Confimprese iblea e l’amministrazione comunale di Ragusa. Presente il sindaco Peppe Cassì e l’assessore allo sviluppo economico Giovanna Licitra. Gli amministratori hanno assicurato che, da parte  dell’ufficio ragioneria del Comune, c’è uno studio contabile sulle percentuali di riduzione della tassa sulla spazzatura. Anche la Tosap sarà rivista con un ulteriore proroga. Gli operatori commerciali, con il presidente territoriale Peppe Occhipinti e i componenti del direttivo Salvo Scollo e Andrea Cobisi hanno ribadito la necessità di un tavolo di concertazione continuo con l’amministrazione sulle mille problematiche legate al commercio e al mondo della ristorazione. Sul centro storico di Ragusa superiore, in particolare, c’è la necessità di organizzare eventi e manifestazioni. Non ultimo l’annoso problema del decoro e della sicurezza urbana. “Siamo soddisfatti di questo incontro – spiega Salvo Scollo, componente del direttivo di Confimprese – il nostro auspicio che ci sia una chiara inversione di tendenza sulle tante problematiche legate al mondo della ristorazione che ha vissuto due anni devastanti”.Comfimprese ha consegnato al sindaco Cassì  e all’assessore Licitra un documento con alcuni punti programmatici. Tra le richieste dell’associazione di categoria una campagna promozionale con la riduzione del costo dei parcheggi a pagamento per incentivare i  cittadini a ritornare in centro.  Regole chiare anche sui dehors da installare nelle aree esterne alle attività commerciali. “Abbiamo chiesto al sindaco Cassì maggiori controlli in tutto il centro storico- spiega il presidente territoriale di Confimprese iblea, Peppe Occhipinti – troppo spesso, in questi mesi, abbiamo registrato episodi di micro criminalità che  fanno allontanare le famiglie dalle attività commerciali. Vigileremo affinchè gli impegni presi dal sindaco e dall’assessore siano mantenuti”.