Addio a Internet Explorer. Oggi si chiude un’epoca

524

Addio a Internet Explorer. Dal 15 giugno il browser nativo di Windows sarà sostituito da Microsoft Edge. La compagnia Microsoft ha infatti annunciato la fine del supporto tecnico, che rimarrà solamente nelle versioni di pc con i sistemi operativi meno recenti.

Lanciato il 24 agosto 1995 su Windows 95, primo sistema operativo Microsoft a interfaccia grafica, Internet Explorer era l’unica “finestra sulla rete” utilizzabile oltre a Netscape.  In 4 anni raggiunse il 75% del mercato e nel 1999 il 99%.  Nel frattempo, Netscape decise di rendere open source il suo codice e creò l’organizzazione non-profit Mozilla, che continuò a sviluppare il browser e rilasciò Firefox nel 2002. A partire dal 2000 il monopolio di Internet Explorer si trasformò in un inesorabile declino, con una concorrenza sempre più spietata e la perdita di quote di mercato con la comparsa di Mozilla Firefox (che raggiunse il 50% del mercato), Opera e Safari (di Apple).

Negli ultimi tempi era considerato così poco performante che erano nate addirittura pagine social che ironizzavano sulla lentezza di Internet Explorer.