Le bancarelle di San Giovanni, i diario e l’inizio della scuola…

3381

Per tanti ragusani, forse ormai non proprio giovani, le bancarelle di San Giovanni rappresentavano il punto netto di cesura tra l’estate e l’inizio della scuola.

La passeggiata con i genitori tra le bancarelle per cercare diari, penne, quaderni e per sperare in un cambio di zaino che – nelle aspettative dei bambini – doveva essere nuovo ogni anno.

Le piogge di questi giorni, nonostante le previsioni meteo assicurino il ritorno del sole, ci riportano a quel momento in cui ci si prepara – con la festa del Patrono – a distaccarci dal mare.

Per i bambini di Bolzano l’estate è già praticamente finita: si tornerà in aula il 5 settembre.

Per le altre regioni ci sarà ancora qualche altro giorno: buona parte delle Regioni hanno scelto, come data della prima campanella, il 12 settembre. Altre hanno optato per il 13 (Campania), o il 14 (Calabria, Liguria, Puglia, Umbria, Marche, Molise). In Emilia Romagna, Lazio e Toscana s’inizierà il 15. I più ‘fortunati’ i siciliani: 19 settembre. Stessa data d’inizio anche per la Valle d’Aosta.

E se riprendere il ritmo non è facile, ci si può consolare dando un’occhiata alle date delle vacanze: il 2 novembre, l’8 dicembre, e poi dal 23 dicembre al 7 gennaio. A Pasqua dal 6 all’11 aprile.

È possibile anche un ponte per il Carnevale (a discrezione della scuola) il 20 e 21 febbraio.

Il 25 aprile cadrà di martedì (si farà ponte?) e l’1 maggio di lunedì (un week end lungo).

Per tutte le scuole c’è poi giorno di vacanza per la festa del patrono: i ragusani sono poco fortunati, perché cade a fine agosto.