Controlli dei carabinieri tra Comiso e Vittoria: due arresti

945

Nel corso dell’ultima settimana, nel Comune di Vittoria i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno svolto mirati servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, nonché al contrasto dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.
Diverse pattuglie sono state impegnate nel controllo del territorio con la predisposizione di posti di controllo effettuati nei punti considerati “nevralgici” della giurisdizione. In totale sono state controllate 305 autovetture, oltre 500 persone ed eseguite numerose perquisizioni personali e veicolari. All’esito di tale attività:

*   A Vittoria, i militari della locale Stazione unitamente a personale dell’aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e porto abusivo di armi M.M., tunisino cl.1986, disoccupato del luogo.
In particolare, nel corso di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Vittoria eseguivano una perquisizione veicolare nell’autovettura in uso al tunisino, rinvenendo oltre 30 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina e hashish, per un peso complessivo di oltre 30 grammi circa, pronte per essere vendute.

A seguito del rinvenimento i militari eseguivano una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del giovane pusher, dove veniva rinvenuto altro materiale utile al confezionamento dello stupefacente nonché la somma contante di oltre 1.600,00 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio.

L’intero materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro, e l’arrestato, al termine delle formalità di rito veniva tradotto presso la sua abitazione a disposizione dell’A.G. iblea.

*   A Scoglitti, i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto per resistenza a p.u. e lesioni personali aggravate C.G., niscemese CL.1983, incensurato. In particolare, nel corso delle operazioni di identificazione, conseguenti a una segnalazione pervenuta tramite utenza pronto intervento “112” per un presunto furto di autovettura, i militari della Stazione di Scoglitti venivano aggrediti dal segnalante che, in evidente stato di alterazione psicofisica, senza alcun motivo, si scagliava contro i militari colpendo uno dei due con un pugno al volto e mordendolo due volte al braccio dx. Il militare, a seguito delle cure ricevute presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Vittoria, riceveva 10 giorni di prognosi s.c., mentre l’arrestato, dopo formalità di rito, veniva tradotto presso la propria abitazione a disposizione dell’A.G. Iblea.