Ragusa Ibla, Comibleo: “I problemi continuano”

343

“In attesa di definire le nostre valutazioni sull’incontro dei giorni scorsi al Comune di Ragusa, rispetto a cui ringraziamo il sindaco Cassì che, per la prima volta, ha voluto giustamente sentire tutte le parti in causa che vivono l’antica città di Ibla, non possiamo, nel frattempo, non evidenziare tutte le nostre preoccupazioni in ordine al fatto che, così come più volte avevamo evidenziato, l’ampiezza della carreggiata della circonvallazione Ottaviano, per motivi di sicurezza, non consentiva il parcheggio così come è stato pensato e attuato. Men che meno quando la sosta viene effettuata da autobus che, tra l’altro, così come è accaduto e documentato, rallentano l’attività dei mezzi di soccorso, in questo caso un’autopompa dei vigili del fuoco”. E’ quanto rileva il Comibleo, il comitato spontaneo dei residenti, a commento di quanto si è verificato l’altra notte con riferimento al transito di un mezzo di soccorso che ha dovuto rallentare la propria attività.

“Per fortuna – continua il Comibleo – questa volta non è accaduto niente di irreparabile e il ritardo non ha causato danni. Però, è chiaro che non possiamo affidarci ogni volta alla fortuna e che sia necessaria una migliore regolamentazione di tutto il tragitto che fa riferimento alla circonvallazione. Siamo convinti che ci sia qualcosa da rivedere. Troppi episodi si sono verificati che meritano di essere presi in considerazione e che ci convincono sul fatto che la scelta effettuata non va bene. Non entriamo in polemica con l’Amministrazione, a maggior ragione dopo la convocazione effettuata nei nostri confronti, però auspichiamo che su questo versante ci possa essere maggiore ragionevolezza nell’individuare quegli spunti che si rendono necessari per arrivare il prima possibile al dunque che, per quanto ci riguarda, significa una transitabilità adeguata dell’intera circonvallazione”.