Calcio, il Ragusa festeggia la prima vittoria in serie D

80

 

“E’ stata una partita che potremmo definire pressoché perfetta, con i ragazzi che sono sempre stati sul pezzo, riuscendo a gestire la gara, nella maniera che abbiamo voluto, dall’inizio sino alla fine, considerando, poi, che nella ripresa abbiamo rallentato il ritmo ma sempre riuscendo a contenere i padroni di casa”. E’ il commento a freddo sull’incontro di ieri in Campania che arriva dall’allenatore azzurro, Filippo Raciti. Il Ragusa si è imposto in casa della Mariglianese con il risultato di 2-0 grazie alle reti, nella fase finale del primo tempo, di Cess e Meola, conquistando, da matricola, la prima vittoria nel campionato di Serie D stagione 2022-2023. “Grandissimo l’entusiasmo, che ci siamo trascinati dietro dal passaggio del turno in Coppa – afferma Raciti – e, soprattutto, grandissima la prestazione da parte dell’intera squadra che ha saputo interpretare con l’atteggiamento giusto il match. Sapevamo che avremmo incontrato una squadra giovane e ben attrezzata. E non ci siamo sbagliati. Con il 3-5-2, con Catalano e Randis in avanti, abbiamo cercato di imbrigliare la loro manovra, riuscendo sempre a mantenere il pallino del gioco. Poi è normale che, nella ripresa, avanti di due gol, magari l’intensità cala e si bada un poco di più a gestire il risultato anche se, come dico sempre, in Serie D basta un niente perché il risultato possa essere rovesciato e quindi è necessaria la massima concentrazione. In ogni caso, il gruppo sta crescendo, gara dopo gara, ed è questo l’importante. Per cui, ci proiettiamo alla prossima sfida casalinga, quella di domenica con il Locri, sapendo che il nostro obiettivo resta quello di mettere quanto più fieno possibile in cascina. Alla fine, faremo i conti”. Il responsabile dell’area tecnica, Santo Palma, esprime la propria soddisfazione per la capacità degli azzurri di avere saputo gestire il momento con grande determinazione. “Ma non solo – afferma Palma – ci siamo presi i complimenti per quello che abbiamo saputo dimostrare dentro e fuori dal campo, visto che abbiamo un gruppo formato da ragazzi educati che prendono applausi anche per come si comportano al ristorante piuttosto che in hotel. Per noi, questa era una trasferta lunghissima. Ma essere ritornati dalla Campania con tre punti costituisce, senz’altro, un buon viatico per il futuro”. Oggi giorno di riposo, domani allenamento pomeridiano e sabato mattina rifinitura prima del match di domenica 2 ottobre alle 15 in programma con il Locri allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio.