Ragusa, si è insediata in Prefettura la D.ssa Mallemi, nuovo Capo di Gabinetto

1006

Nella giornata odierna si è insediata presso la Prefettura UTG di Ragusa, con l’incarico di Capo di Gabinetto,  il Viceprefetto dott.ssa Rosanna Mallemi, subentrata  al dott. Ferdinando Trombadore  trasferito presso la Prefettura UTG di Caltanissetta con l’incarico di Vice Prefetto Vicario.

 

Funzionario di elevata professionalità e di notevole esperienza, la dott.ssa  Mallemi, immessa nei ruoli dell’Amministrazione Civile dell’Interno nel novembre 2008,  a completamento del previsto percorso formativo iniziale,  è stata  assegnata  alla Prefettura di Ragusa dove ha maturato numerose esperienze professionali in relazione agli incarichi di  dirigenza di diverse Aree come l’Ufficio di Gabinetto, l’immigrazione, la depenalizzazione, l’elettorale e da ultimo l’Area I “Ordine e Sicurezza Pubblica e Tutela della Legalità Territoriale” presso la Prefettura UTG di Agrigento.

 

Nell’ambito delle sue funzioni istituzionali, la medesima ha ricoperto, tra le altre, numerosi prestigiosi incarichi quali Componente della Commissione Straordinaria per la gestione dei Comuni di: Misilmeri, Corleone e Pachino.

E’ stata, altresì, Presidente supplente della Commissione Territoriale per la Protezione Internazionale di Siracusa – Sezione di Ragusa e Sezione di Mineo.

 

Sempre nella giornata odierna,  proveniente dalla Prefettura UTG di Padova, è stata assegnata a questa  Prefettura UTG , il  Viceprefetto Aggiunto, dott.ssa  Lorenza Sipione,  con l’incarico di dirigente dell’Area V “ Protezione Civile, Difesa Civile e Coordinamento del Soccorso.

Nell’accogliere con piacere i due nuovi dirigenti, il Prefetto Giuseppe  Ranieri – nella consapevolezza che la Prefettura di Ragusa per le peculiarità del contesto sia territoriale che umano rappresenta una fondamentale palestra formativa –  si è detto certo  che gli stessi – forti di una grande esperienza sapranno assolvere con grande capacità i compiti connessi ai rispettivi Uffici, qualificando al meglio l’operato dell’istituzione prefettizia, oggi più che mai chiamata a svolgere un ruolo di grande responsabilità per la presenza di sempre maggiori e complesse istanze economico -sociali.