A Ragusa il congresso regionale della Società Italiana di Neuropsichiatria infantile

195

Al via il congresso regionale della SINPIA – Società Italiana di Neuropsichiatria infantile e dell’Adolescenza – che si terrà nei giorni 28 e 29 ottobre 2022 – a Ragusa nella sala Convegni Avis.

La scelta è ricaduta sull’ASP di Ragusa proprio perché l’UOC di Neuropsichiatria Infantile risulta essere tra le realtà più avanzate.

Nella due giorni di incontri saranno tanti i temi dibattuti con relatori di alto profilo.

L’apertura dei lavori registra la presenza a delle autorità: Giuseppe Cassì, sindaco di Ragusa; Gaetano Sirna, commissario Straordinario ASP Ragusa; Giuseppe Morando, direttore DSM ASP Ragusa; Elisa Maria Fazzi Presidente SINPIA

La presentazione del congresso è affidata al Segretario Regionale SINPIA, Renato Scifo.

«A causa della pandemia del suo impatto sulla salute generale della popolazione, – ha affermato il dott. Morando – il benessere psichico dei minori è diminuito oltre il 10% a livello mondiale, con il raddoppio dei bambini sotto la soglia del disagio. È aumentata rabbia, noia, difficoltà di concentrazione. Il senso di solitudine e di impotenza, stress, disturbi del sonno. Si sono manifestate patologie anche più severe come disturbi del comportamento alimentare e autolesionismo. Oggi siamo pronti a ripartire, dopo la pandemia, affrontando le nuove criticità con l’impegno di superarle e guardare al futuro.» 

In Italia i disturbi neuropsichici dell’età evolutiva colpiscono quasi 2 milioni di bambini e ragazzi, tra il 10 e il 20% della popolazione infantile e adolescenziale tra i 0 e i 17 anni, con manifestazioni molto diverse tra loro per tipologia, decorso e prognosi. La loro incidenza è in ascesa, in meno di dieci anni è raddoppiato il numero di bambini e adolescenti seguiti nei servizi di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (NPIA). (Fonte SINPIA)