Comiso, dal 27 dicembre il calendario 2023 della raccolta differenziata

748
Immagine di repertorio

Dal 27 dicembre sarà distribuito il calendario 2023 della raccolta differenziata, in formato cartaceo. “Nessuna novità sostanziale rispetto al 2022. La raccolta del secco resta ogni quindici giorni perché è ancora necessario conferire il meno possibile ma soprattutto in maniera conforme”. Dichiarazioni dell’assessore all’ambiente, Biagio Vittoria. “Parte martedì 27 dicembre la distribuzione del nuovo calendario in formato cartaceo – spiega Vittoria – mentre è possibile scaricare il formato pdf dalla home del sito istituzionale del comune di Comiso o dalla pagina FB istituzionale del Comune. A parte la novità della grafica, unica e originale poiché è realizzata con gli elaborati dei ragazzi dell’istituto comprensivo Verga di Comiso, il calendario 2023 non prevede modifiche sostanziali rispetto a quello in vigore fino al 31 di dicembre c.a. Resta invariata la raccolta a settimane alterne del secco – ancora l’assessore all’ambiente-. Quindi è necessario conferire il meno possibile a causa dei costi e soprattutto in maniera conforme al rifiuto che è previsto in questa tipologia. Devo dire che – aggiunge Biagio Vittoria –, dopo qualche problema iniziale verificatosi nei mesi estivi, oggi la stragrande maggioranza dei cittadini di Comiso e Pedalino conferisce correttamente, fatta salva quella fascia minoritaria di gente restia a comprendere l’importanza di una differenziata fatta bene e fatta secondo le regole. Un altro motivo che ci ha portato a mantenere la raccolta del secco con cadenza quindicinale, così come a mantenere il venerdì libero, è stato quello di recuperare delle giornate in modo da attenzionare maggiormente il decoro urbano ed extraurbano. Invariata anche la raccolta di pannolini e pannoloni che continuerà ad essere effettuata tutti i giorni, dal lunedì al sabato, previa registrazione al numero verde della ditta Busso che è riportato su ogni pagina del calendario. I sacchetti contenenti questa tipologia di rifiuto – specifica Biagio Vittoria – vanno messi fuori dai mastelli, in modo da rendere efficace la differenziata. L’invito ai cittadini – conclude l’assessore all’ambiente – è quello di continuare a differenziare bene, sia per mantenere le percentuali attorno al 70% di prodotto differenziato, sia per mantenere quanto più pulito l’ambiente, concetto che purtroppo a qualcuno non è chiaro, e le 245 sanzioni elevate in pochi mesi, ne sono la prova. Confido però nel buon senso, più che su sistemi sanzionatori”.