Tre alunne del Liceo Artistico di Comiso alla finale mondiale del concorso Junk Kouture

1632

Tre alunne del Liceo Artistico Carducci di Comiso parteciperanno alla finale mondiale del concorso Junk Kouture,  ad Abu Dhabi.

“Grande soddisfazione e orgoglio – dichiara il sindaco di Comiso – per il fatto che il Liceo Artistico di Comiso, nato più di 100 anni fa e fucina di grandi nomi conosciuti in tutto il mondo, continui nella sua tradizione, coltivando giovani promesse nel campo dell’arte, intesa nei suoi vari aspetti. Questa è la volta delle tre alunne, Elena Autore, Giorgia Spina, Csincia Kovacs della classe 4D con indirizzo arti figurative/scultura che, con il progetto dal titolo : “Incontro delle Anime#2”, si sono qualificate nel concorso di moda sostenibile a Miano e faranno parte della nazionale Italiana e parteciperanno alla finale mondiale che si terrà ad Abu Dhabi all’Etihad Arena giorno 11 gennaio 2023. Il progetto è realizzato interamente con materiale riciclato quale carta, tappi, linguette di lattine, stracci, ma il risultato è “un colpo d’occhio”. Non meno importante – ancora Maria Rita Schembari – il lavoro svolto dai docenti che hanno seguito i lavori delle tre ragazze, la prof.ssa Natascia Lo Nigro e il prof. Alessandro Cavallo per il supporto audiovisivo e multimediale. A tutti loro, un sincero augurio e un grande plauso da parte mia, della giunta tutta e della città di Comiso che assurge alle cronache per le potenzialità e i talenti che da sempre esprime ed esporta in tutto il mondo, e in molteplici ambiti”. La Dirigente Scolastica del Carducci, la dott.ssa Maria Giovanna Lauretta, ha commentato:

“Dalle linee guida per l’educazione Ambientale e per lo Sviluppo Sostenibile alla Finale Internazionale del Concorso Junk Kouture. Il prossimo 11 gennaio 2023 tre studentesse della IV D Liceo Artistico “G. Carducci “ di Comiso tra i 60 migliori finalisti del concorso ad Abu Dabhi. Trattasi di un concorso di moda sostenibile che offre agli studenti un modo creativo per essere coinvolti in iniziative attive sul cambiamento climatico e sulle problematiche ambientali che saranno sempre più pressanti nel prossimo futuro, dando loro la possibilità di cambiare i comportamenti in modo duraturo. L’azione educativa della nostra scuola che assume un ruolo fondamentale per creare nei giovani una mentalità nuova adatta a mantenere comportamenti di cittadinanza che abbiano prospettive e ricadute positive sul futuro, attraverso il progetto Junk Kouture si è materializzata, poiché in esso l’apprendimento formale e informale si fondano insieme e consentendo agli studenti di sperimentare un apprendimento mirato. Le nostre tre studentesse, supportate da tutto il gruppo classe e guidate magistralmente dalla loro docente Natascia Lo Nigro hanno impegnato la propria testa, il proprio cuore e la propria mente per aumentare la propria comprensione alla Sostenibilità, Creatività, Imprenditorialità e Sviluppo di Sé. Attraverso il loro progetto “L’incontro delle anime #2” hanno imparato ed impariamo insieme a loro a pensare a nuovi modi di ricercare i materiali per un futuro sostenibile, a promuovere l’educazione alla salvaguardia delle risorse del pianeta e alla costruzione di una nuova “etica della responsabilità” perseguendo gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGS) delle Nazioni Unite. Alle studentesse del nostro Liceo Artistico rivolgo ancora un “bravissime” e un augurio perché possano perseguire con successo nelle carriera studentesca e di futuri designer”.