Liorni visita Vittoria e Scoglitti con il vittoriese Donatello Bonuomo

7413

1 gennaio a Vittoria e Scoglitti per il bravissimo e simpaticissimo presentatore della Rai Marco Liorni. Per riposarsi dalle fatiche di ItaliaSì, Reazione a Catena (conclusosi nei giorni scorsi) e de l’Eredità, programma del quale ha preso da poco le redini, Liorni ha raggiunto la Sicilia e passato qualche ora a Vittoria e Scoglitti con Donatello Bonuomo. 

L’hair stylist vittoriese ha infatti partecipato più volte a ItaliaSì collegandosi dal suo salone per parlare della sua arte, nota a carattere nazionale anche perché ha insegnato in tutta Italia oltre ad aver lavorato, per anni, negli studi Fininvest, oggi Mediaset. Durante la trasmissione, però, Donatello non si è mai limitato a far conoscere la sua bravura e la sua professione, ma ha sempre parlato di come questa città, giovanissima, abbia sfornato e sforni talenti validissimi in tutte le arti. Fra gli altri ha citato Francesco Cafiso e Giovanni Robustelli. Quest’ultimo, artista di fama internazionale, insieme a Donatello aveva anche mostrato alla giornalista inviata Scoglitti e, a Vittoria, il Cavallo Ipparino. Si tratta dell’opera del vittoriese Arturo Di Modica, noto in tutto il mondo per essere l’autore del  “Toro di Wall Street”. In una precedente partecipazione, invece, Donatello aveva puntato l’attenzione sul mercato ortofrutticolo di Vittoria e l’alta qualità dei prodotti locali e sulla manifestazione “Oscar del calcio”.

La presenza di Donatello è stata sempre fortemente voluta dallo stesso Liorni che lo aveva ribattezzato “il porta fortuna di ItaliaSì”, visto che, nel 2018, era stato il primo ospite in assoluto a parlare sul “podio” della seguitissima trasmissione.

Dopo aver tanto sentito parlare e visto sullo schermo Vittoria e questa zona, quindi, evidentemente Liorni ha voluto vedere il tutto di persona ed incontrare il suo primo ospite di ItaliaSì. Per questo ha dato appuntamento a Donatello e ha raggiunto la Sicilia con la moglie Giovanna e la figlia. A partecipare all’incontro anche Luca Carfì, amico sia di Liorni che di Bonuomo.

Dopo Vittoria e Scoglitti, Liorni ha voluto fare tappa anche in altre città siciliane.